Anche la Svizzera riconosce il Patent Box come una agevolazione fiscale attrattiva ed importante

//Anche la Svizzera riconosce il Patent Box come una agevolazione fiscale attrattiva ed importante

Anche la Svizzera riconosce il Patent Box come una agevolazione fiscale attrattiva ed importante

Il Patent Box entra di diritto tra le più importanti agevolazioni ammesse dal’OCSE per rendere attrattivo fiscalmente il paese che lo adotta.

Questo sancisce di fatto che la Svizzera, la quale ha sempre fatto della competizione fiscale un suo cavallo di battaglia, adotta il Patent box al fine di compensare l’impatto della rinuncia ai regimi fiscali privilegiati per le aziende che operano all’estero e svolgono prevalentemente attività amministrative nella Confederazione Elvetica.

Difatti il Parlamento svizzero ha deciso di rinunciare ai regimi fiscali privilegiati per le società straniere adottando martedì la Riforma III dell’imposizione delle imprese.

Con la Riforma III dell’imposizione delle imprese la Svizzera risolve una lunga vertenza in corso con la Comunità Europea, che chiedeva alla Confederazione di sopprimere gli statuti fiscali speciali concessi dai Cantoni ad aziende holding, società miste e società di gestione, che secondo Bruxelles, erano a sovvenzioni pubbliche .

La presentazione nel 2017 dei BEPS (Base Erosion and Profit Shifting) da parte dell’OCSE ha velocizzato questo processo di revisione dell’imposizione fiscale Svizzera, anche per evitare misure di ritorsione.

La riforma, quindi sopprime dal 2019 i regimi fiscali speciali, di cui ne beneficiavano circa 24.000 imprese straniere, contestati dall’UE e dall’OCSE.

Il gettito fiscale dei Cantoni sarà parzialmente compensata dalla Confederazione.

Per continuare ad essere attrattivi per le imprese straniere i Cantoni faranno ricorso al Patent Box misura contemplata dai BEPS e già da diversi stati europei tra i quali UK, Francia, Spagna, Olanda, Belgio e da poco adottata anche dall’Italia.

Questa forma di tassazione, agevola le aziende attive nella ricerca e sviluppo e/o con un patrimonio di brevetti a portafoglio.

Vista anche l’esperienza positiva del Cantone di Nidvalden che ha attivato il Patent Box fin dal 2011 si ritiene che la perdita di attrazione verso le aziende straniere sarà quasi totalmente neutralizzata da questa agevolazione

Oltre al Patent Box i Cantoni metteranno sul piatto una riduzione delle aliquote d’imposizione sugli utili di tutte le imprese con sede nel loro territorio.

Il Parlamento ha inoltre previsto ulteriori alleggerimenti fiscali per le imprese, le banche e le assicurazioni, che verranno analizzati fuori dalla Riforma III.

2016-06-30T14:50:00+00:00 30 giugno 2016|